News

...
Home&decò - racconto di un'esperienza
Home&decò - racconto di un'esperienza

Home&decò - racconto di un'esperienza

Maggio 2020
-


Nei giorni scorsi ho avuto modo di riscoprire tutte queste cose, grazie a Wall&decò e alla sua speciale iniziativa Home&decò: una serie di incontri virtuali one-to-one con la foltissima community di designer, artisti e creativi a 360° che collaborano con l’Azienda. Si tratta di un’operazione di “comunicazione calda”, in cui la tecnologia si è trasformata in veropiacevolissimo momento di incontro.

 

Warm is the new Smart

Eccomi qui, come rappresentante ideale di un vasto pubblico composto da professionisti, clienti, appassionati di interior design e amanti della carta da parati, ad incontrare dal mio studio casalingo la coppia (nel lavoro e nella vita) di artisti e designer CTRLZAK. 

Dall’altra parte dello schermo, sullo sfondo della loro cucina, informali e cordialissimi, Katia Meneghini e Thanos Zakopoulos mi danno il benvenuto nella loro casa e nel loro mondo creativo. 

 

“Portali su un mondo diverso”

La nostra conversazione si sposta ben presto dalla carta da parati come oggetto di design alla sua enorme potenzialità di veicolo di messaggi. “Per noi disegnare una carta da parati significa creare qualcosa che andrà ad inserirsi in un determinato spazio, dandogli un significato ulteriore” dice Katia. 

“Pensiamo soprattutto all’hospitality, luoghi in cui il design è estremamente legato alla sensibilità, agli stati d’animo. Vorremmo che i nostri disegni potessero aprire delle finestre, rivelare un altrove” aggiunge Thanos. “Ci piace creare portali su un mondo diverso”.

 

Il nuovo futuro 

È inevitabile parlare del futuro prossimo: di quale tipo di decorazioni, di viaggi mentali avremo bisogno, nei prossimi anni?

Katia: “Mi piacerebbe raccontare spaccati surreali di realtà per suggerire dove stiamo andando, soprattutto con tematiche legate all’ambiente. Ma devo ammettere che in quest’ultimo periodo la nostra realtà si è già fatta parecchio surreale da sola!” 

Thanos: “Penso che sarà nostro compito contribuire a cambiare la vita quotidiana. Usare il potenziale del messaggio che può essere incorporato nella carta da parati per creare una nuova consapevolezza dell’attualità. La mente umana è sempre immersa nel Naturale, non può esistere al di fuori”. 

 

Annullando le distanze  

La mezz’ora passa molto velocemente. La distanza fra persone e menti si annulla, e non c’è freddezza alcuna nella chiacchierata che si svolge da luoghi diversi del mondo. È un’esperienza che mi lascia una grande soddisfazione e un grande piacere. Ma la cosa più importante si conferma l’idea, l’aver immaginato questi incontri e l’averli resi possibili. Per questo non posso che ringraziare, alla fine, Wall&decò: una di quelle realtà italiane che, grazie a visione e serenità di pensiero, ha saputo trasformare le limitazioni di questo periodo in potenzialità per nuove forme di comunicazione.


CONDIVIDI SU